Pasqua 2016

1160
pasqua

“È risorto, non è più qui”!

Pasqua 2016È l’annuncio gioioso degli angeli per tutti noi. Cristo è stato ucciso, ma poi è risorto. Umanamente, la sua missione non ha avuto un grande risultato, ma Dio Padre lo ha reso vittorioso con la Sua risurrezione. Cristo è risorto, dunque è vivo, è il vivente che porta a noi la stessa vita di Dio, che ci trasforma nell’intimo.

Ogni dolore e sofferenza umana, se accettata e vissuta con fede nella salvezza di Dio, riceve dal Padre un germe divino di risurrezione e di gloria. La Pasqua di Gesù è motivo di speranza per chi soffre ed è crocifisso nella propria carne.
La resurrezione di Cristo ha spalancato il cielo, sono state spezzate le catene del peccato. La nostra fede, dunque, non è vana. Possiamo, se lo desideriamo veramente, vivere una vita nuova, consapevoli che il vecchio uomo è stato crocifisso con Cristo, l’uomo nuovo è risorto con Lui.

Cristo ha salvato l’umanità con il suo sacrificio, gli ha dato la vera vita. La Pasqua è la festa della vita. Possiamo essere ricolmi di gioia: piena, profonda, visibile. E non dobbiamo mai dimenticarci che per raggiungere la gloria della resurrezione è necessario non lasciarci appesantire dalle preoccupazioni di questo mondo ed essere vigilanti nella preghiera e nelle buone opere. Papa Francesco, nella Bolla di indizione del Giubileo straordinario della Misericordia così ci esorta: “È mio vivo desiderio che il popolo cristiano rifletta durante il Giubileo sulle opere di misericordia corporale e spirituale. Sarà un modo per risvegliare la nostra coscienza spesso assopita davanti al dramma della povertà e per entrare sempre di più nel cuore del Vangelo” (n.15).

La Pasqua ci invita a rivolgere il nostro sguardo alle cose di lassù, dove il Cristo risorto ci attende. La Pasqua esige che annunciamo a tutti, prima con la nostra vita e poi con le nostre parole, la resurrezione del Signore.
Ci chiede di vivere da risorti. S. Agostino così esortava i suoi fedeli: “…Egli (il Cristo) ci dice: Io vi invito a partecipare alla mia vita in cui nessuno muore, in cui si è veramente felici, in cui il nutrimento rinvigorisce e non lascia venir meno le forze. Ecco, vi invito nel paese degli angeli, all’amicizia del Padre e dello Spirito Santo, al banchetto eterno. Vi invito ad essere miei fratelli, a me stesso vi invito, alla mia propria vita. Non volete credere e venire?”.

Auguri per una Santa Pasqua di resurrezione a tutti voi ed alle vostre famiglie.

Alleluia!

Condividi con:


LASCIA UN COMMENTO

Fai il login con:




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.