Pasqua 2011

1292

“Il Signore è veramente Risorto. Alleluia!”.

E’ il grido di gioia incontenibile che sale dal nostro cuore in questo giorno pieno di luce. La Chiesa prega affinchè la Resurrezione di Gesù produca oggi frutti abbondanti di rinnovamento nella vita di ciascuno di noi. Il primo frutto è quello che ci è narrato dal Libro degli Atti, ossia l’annuncio e la testimonianza coraggiosa a tutti della Resurrezione di Cristo.
L’evento pasquale è il culmine della storia della salvezza, ma questa storia prosegue nell’oggi, che è il tempo della Chiesa, sino al suo compimento alla fine dei tempi.
La nostra fede nella Resurrezione si basa sulla testimonianza degli apostoli che ci è stata trasmessa dalla Chiesa e per mezzo di essa. Coloro che hanno accolto l’annuncio devono farla conoscere agli altri. Ciascuno deve farlo secondo la grazia, i carismi, il ministero ricevuto.
Noi siamo chiamati ad essere i testimoni della gioia, della speranza, della libertà.
Una vita orientata dalla resurrezione di Gesù porta in se stessa il proprio messaggio.
L’amore per la vita, il rispetto per la dignità della persona, di qualunque persona, sono segni della fede in Cristo Risorto. Dio non permette che vinca la morte, per questo noi dobbiamo essere attenti alla vita che è in noi e negli altri, particolarmente in coloro che sono più minacciati.
Un augurio di pace e serenità per tutti! Alleluia!

Condividi con:


LASCIA UN COMMENTO

Fai il login con:



Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.